Sabato 27 Maggio 2017

Sono quasi diecimila in Italia le aziende nate nel 2016 guidate da donne in tutti i settori produttivi. Lo confermano i dati nazionali di Unioncamere sulla natimortalità delle imprese.

In agricoltura – rileva Confagricoltura Piemonte - la rappresentanza femminile sfiora il 29%, percentuale rimasta pressoché invariata negli ultimi anni, in cui però è costantemente diminuito il numero delle aziende del settore.

ITALIA

IMPRESE AGRICOLE

IMPRESE AGRICOLE FEMMINILI

% equivalente

Anno 2016

756.457

217.361

28,7%

Anno 2010

859.808

251.730

29,2%

Fonte: Unioncamere

In Piemonte il peso delle aziende agricole a conduzione femminile sul totale delle imprese guidate da donne in tutti i comparti è del 15,2%, in diminuzione rispetto agli anni precedenti (nel 2012 erano il 16%). Tuttavia – precisa Confagricoltura Piemonte - il peso delle quote rosa in ambito agricolo rimane più elevato, con oltre il 27%, soltanto in lieve flessione negli ultimi anni.

PIEMONTE

IMPRESE AGRICOLE

IMPRESE AGRICOLE FEMMINILI

% equivalente

Anno 2016

54.522

14.855

27.2%

Anno 2015

54.748

15.185

27.7%

Anno 2014

55.681

15.573

28%

Fonte: Unioncamere Piemonte

Analizzando le varie province, emerge che Alessandria e il Verbano Cusio Ossola hanno la quota rosa più elevata, pari al 30% delle aziende agricole. Abbassano la media Novara e Vercelli, con il 19%.

PROVINCIA

Anno 2016

imprese

agricole

Imprese agricole femminili

%

Alessandria

8.335

2.515

30,1%

Asti

6.395

1.817

28,4%

Biella

1.506

318

21,1%

Cuneo

20.615

5.770

27,9%

Novara

2.166

412

19%

Torino

12.450

3.366

27%

V.C.O.

679

204

30%

Vercelli

2.377

453

19%

Elaborazione Confagricoltura su dati Unioncamere Piemonte

“Nel corso degli anni è cambiata la figura della donna in agricoltura – spiega Gian Paolo Coscia, presidente di Confagricoltura Piemonte – Se prima aveva un ruolo marginale, part time o relegato ad attività residuali, oggi è imprenditrice a pieno titolo che genera economia vera. Spesso è al timone di aziende verticali, dalla produzione alla trasformazione e vendita, o di realtà multifunzionali, con attività connesse quali agriturismo e fattorie didattiche. La tecnologia, inoltre, ha permesso alle donne di esprimere le proprie capacità in ambiti che un tempo erano appannaggio esclusivo degli uomini”.

 

“Aumentano anche le donne iscritte alle Facoltà di Agraria, - fa notare Maria Teresa Melchior, agronomo e presidente di Confagricoltura Donna Piemonte -  segno che il settore primario stimola interesse culturale ed è materia di approfondimento per le future imprenditrici che vogliono essere competenti, preparate e innovative nella gestione dell’azienda agricola”.

Published in News
Giovedì 05 Gennaio 2017 08:21

Incontri nelle zone

E' calato il sipario su un anno complesso: il Programma di Sviluppo Rurale ha preso il via in modo stentato e ancora oggi è lontano dal supportare le imprese in un percorso di crescita e innovazione. Alcuni comparti soffrono più di altri e in generale l’agricoltura è ancora lontana dalla ripresa. La legge di Stabilità offre tuttavia misure importanti a supporto del sistema agricolo; altrettante il decreto fiscale. Dopo la loro approvazione Confagricoltura auspica un’altra fondamentale stabilità, quella politica. Il Paese e l’economia hanno bisogno di sicurezze e non possono permettersi incertezze destabilizzanti.

Per approfondire la situazione e conoscere i dettagli delle manovre relative al settore primario regionale e nazionale, per parlare di sicurezza sul lavoro, di PAC e PSR, di fisco, di registri vitivinicoli e altro ancora, ConfagriTorino organizza sei riunioni sul territorio nel mese di gennaio, alle quali gli agricoltori sono invitati a partecipare. Sarà anche un’occasione di incontro e confronto.

A tutti gli incontri parteciperanno il direttore di Confagricoltura Torino Ercole Zuccaro con i funzionari Alessandro Giordanetto, Gabriele Busso, Luciana Modarelli e Valentina Ales, oltre ai responsabili degli Uffici di zona.

Questo il calendario degli appuntamenti:

Mercoledì 18 gennaio, ore 10: Torino – sede Unione Agricoltori

Mercoledì 18 gennaio, ore 14,30: Carmagnola – Centro Cereali

Venerdì 20 gennaio, ore 10: Cavour – Sala Polivalente Bocciodromo

Venerdì 20 gennaio, ore 14,30: Vigone – Oratorio Santa Caterina

Martedì 24 gennaio, ore 10: Chivasso – Palazzo Einaudi

 

Martedì 24 pomeriggio, ore 14,30: Ivrea – Agriturismo ‘La vecchia Fornace’

Published in News

“Perdere il passato significa perdere il futuro”. Questo il principio ispiratore dell’appuntamento tra i giovani agricoltori e gli imprenditori in pensione, organizzato dall’ANGA e Confagricoltura Torino. Un incontro tra generazioni impegnate nel settore primario, con le loro storie e le sfide.

“Raccogliendo l’invito espresso a livello nazionale dall’ANGA – afferma il presidente provinciale dei giovani agricoltori di Confagricoltura Torino, Alessandro Moschietto – abbiamo voluto dare spazio ad alcune realtà imprenditoriali di giovani e giovanissimi imprenditori che si presenteranno a una platea di agricoltori in pensione, sebbene alcuni ancora attivi, con più obiettivi: confrontarsi, non disperdere antichi saperi e presentare il volto dell’agricoltura di oggi e di domani”.

L’incontro si terrà sabato 18 giugno a Pancalieri, al Museo della Menta e all’Antica Distilleria Chialva, dove Sara Chialva, ultima generazione di imprenditori impegnati nel settore delle erbe officinali, illustrerà la storia e l’attività della famiglia: coltivatori dl 1865 e distillatori dal 1926. Un emblema di impresa in cui tradizione, valori e gusto si intrecciano per dare vita a una dinamica realtà agricola fortemente legata al territorio ma presente sui mercati internazionali. I Chialva sono Maestri del Gusto (riconoscimento della Camera di commercio di Torino) e appartengono al circuito dell’ADSI, l’Associazione delle Antiche Dimore Storiche Italiane. Inoltre Sara Chialva, laureata in Lettere, è consigliere provinciale dell’ANGA e il padre Franco, chimico, è consigliere di Confagricoltura Torino.

 

La visita di sabato al Museo e all’Antica Distilleria inizierà alle 10. A seguire, all’Agriturismo La Cà’d Majin a Poirino, si terrà il pranzo e la presentazione della altre aziende dei giovani agricoltori ANGA Torino. Oltre al presidente Alessandro Moschietto, (allevatore), Davide Bardo (cerealicoltore), Giuseppe Pochettino (risicoltore), Luca Trombotto (viticoltore), Federico Guerra (apicoltore), Sebastiano Borra (maiscoltore e contoterzista), Fabrizio Appendino e Marco Oitana (cerealicoltori). Saranno presenti anche la vicepresidente nazionale ANGA Alda Delle Donne e il presidente ANGA Piemonte Giovanni Chiò.

Published in News